quarta-feira, junho 15, 2005

Di' tu se fedele

Di' tu se fedele
il flutto m'aspetta,
se molle di pianto
la donna diletta
dicendomi addio
tradì l'amor mio.
Con lacere vele
e l'alma in tempesta,
i solchi so franger
dell'onda funesta,
l'averno ed il cielo
irati sfidar.
Sollecita esplora,
divina gli eventi:
non possono i fulmini,
la rabbia de' venti,
la morte, l'amor
sviarmi dal mar
Sull'agile prora
che m'agita in grembo,
se scosso mi sveglio
ai fischi nel nembo,
ripeto fra i tuoni
le dolci canzoni
del tetto natio,
che i baci ricordan
dell'ultimo addio,
e tutte riaccendon
le forze del cor.
Su, dunque, risuoni
la tua profezia,
di ciò che può sorger
dal fato qual sia;
nell'anime nostre
non entra terror


Un Ballo in Maschera
Giuseppe Verdi

0 Comments:

Enviar um comentário

Links to this post:

Criar uma hiperligação

<< Home

on-line hits.